Istituito dalla Legge 160/2019 (commi da 816 a 836), dal 1° gennaio 2021 entra in vigore il Canone unico, che sostituisce l’Imposta comunale sulla pubblicità (ICP) e il diritto sulle pubbliche affissioni (DPA), oltre che il Canone per l’occupazione di aree e spazi pubblici (COSAP).

Regolamento comunale per l’istituzione e la disciplina del Canone unico e del canone di concessione per l’occupazione delle aree pubbliche destinate a  mercati

Regolamento sulla pubblicità lungo le strade o in vista di esse nel territorio del Comune di Trieste

Diffusione di messaggi pubblicitari

Per la diffusione di messaggi pubblicitari nel Comune di Trieste (ove non soggetti ad autorizzazione), pertanto, è necessario presentare apposita dichiarazione prima della diffusione dei messaggi stessi con contestuale versamento del Canone unico da effettuarsi entro il giorno precedente l’esposizione.

Il pagamento Canone unico per la diffusione di messaggi pubblicitari di durata giornaliera può essere effettuato con POS presso lo sportello di Esatto S.p.A. in piazza Sansovino 2, tutti i giorni, con i seguenti orari:

• lunedì, martedì, giovedì e venerdì con orario dalle 8.30 alle 16.00 (continuato);

• mercoledì dalle 8.30 alle 13.30.

Per il pagamento del Canone unico per la diffusione di messaggi pubblicitari di durata superiore a un anno, la Società Esatto S.p.A. recapita agli utenti presenti nella banca dati, un avviso di pagamento con allegati i modelli di pagamento precompilati con l’importo dovuto.

Le dichiarazioni aventi a oggetto la diffusione di messaggi pubblicitari di durata superiore a un anno, si intendono rinnovate in modo automatico e tacito alla scadenza, con il pagamento del relativo canone da effettuarsi entro il 30 aprile dell’anno di riferimento, sempre che non venga presentata disdetta. In caso di cessazione della diffusione dei messaggi pubblicitari, va presentata apposita disdetta, per atto scritto, entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di cessazione. La disdetta libera dal pagamento del canone relativamente all’annualità successiva. La dichiarazione deve essere presentata anche nei casi di variazione di elementi dei messaggi pubblicitari che comportino la modificazione della superficie esposta o del tipo di pubblicità effettuata che vadano a incidere sulla quantificazione del canone dovuto.

Affissioni

Per l’affissione dei manifesti l’interessato è tenuto a presentare apposita commissione alla Società Esatto S.p.A., utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta allo scopo e pubblicata anche nella sezione modulistica del sito.

Le pubbliche affissioni saranno effettuate secondo l’ordine di precedenza risultante dal ricevimento della commissione, previa presentazione di tutta la documentazione richiesta e ricezione del pagamento entro la giornata di presentazione della commissione stessa. Diversamente, gli spazi richiesti saranno considerati liberi.